Ti trovi qui: Home » Social Media Rights » LiveCode 6.0
LiveCode 6.0

LiveCode 6.0

LiveCode è la piattaforma per lo sviluppo di app mobili per Apple iOS, Android, Amazon Kindle e altri sistemi operativi per dispositivi fissi.
Come promesso, la RunRev è riuscita a rendere il suo programma di successo totalmente open source. Come?

 

LiveCode diventa open source con Kickstarter

Quando la RunRev ha lanciato la campagna di raccolta fondi, non si aspettava di certo di raggiungere così tempestivamente l’obiettivo, men che meno di superarlo. Grazie al servizio di crowd funding del sito Kickstarter, le 350.000 sterline necessarie per il rilascio della versione open source di LiveCode sono diventate 500.000, assicurando il miglioramento anche dei prossimi aggiornamenti.
Kickstarter è la pagina web che permette di trovare i finanziamenti per progetti creativi di varia natura, dai film indipendenti alla musica, con l’unico obiettivo di supportarli, senza trarne ulteriore profitto.

 

Come funziona LiveCode 6.0

LiveCode 6.0 consente di creare sia applicazioni per i dispositivi mobili, sia web application, in modo nettamente più semplice. Si tratta di un IDE grafico che consente lo sviluppo del codice sorgente grazie all’azione di drag-and-drop. Cosa significa tutto ciò? Che i programmatori possono modificare il software in questione trascinando e posizionando con il solo uso del mouse elementi dell’interfaccia grafica associandoli alle parti di codice da eseguire.

La licenza con cui verrà distribuito LiveCode 6.0 è la GPLv3: gli sviluppatori del software saranno liberi di utilizzare il codice sorgente, migliorarlo e condividerlo con altri utenti. Ciononostante, nel rispetto della libertà di ogni singolo utente, RunRev offre anche la possibilità di ottenere un’edizione commerciale della licenza, dedicata a coloro che non sono disposti a rendere open source le loro modifiche.

Altro su Giorgia Di Mattei

Laureata in Traduzione e Interpretariato subisce notevolmente il fascino della parola e della comunicazione. Riuscendo con fortuna a fare della propria passione una vera professione, inizia a lavorare come copywriter per un'agenzia di webmarketing e nel frattempo collabora con l'associazione culturale Sole Luna, per il dialogo dei popoli. La sua specializzazione? Parlare, parlare, parlare.

Commenti chiusi.

Scroll To Top