Ti trovi qui: Home » Social Media Rights (pagina 4)

Archivio della categoria: Social Media Rights

Abbonati ai Feed

Addio a Google Reader. Ecco le alternative open source

Nonostante le proteste sul web e anche le diverse petizioni online portate avanti dagli utenti più affezionati, ormai è stata decretata la fine di Google Reader. Da giorno 1 luglio il diffusissimo aggregatore di feed RSS sviluppato dall’azienda di Mountain View smetterà definitivamente di esistere. Agli utenti non resta quindi che andare alla ricerca di sostituti validi per poter continuare ... Continua a leggere »

Netizen 2013, premiato un blogger vietnamita

Il 12 marzo scorso nella sede di Google Francia a Parigi, Huynh Ngoc Chenh, attivissimo blogger vietnamita, ha ricevuto il premio “Netizen 2013”. Il premio, istituito da Google e Reporter Senza Frontiere, rende onore ogni anno a un internauta, un blogger o cyber-dissidente che si è distinto per la sua attività a favore della libertà sul web. Mentre negli anni ... Continua a leggere »

Denial of service: il web è in pericolo?

Il New York Times ha rivelato il mese scorso un’informazione preoccupante: una lotta tra Spamhaus, organizzazione nata nel 1998 e attiva nella lotta contro lo spam, e il web hosting olandese Cyberbunker, conosciuto per aver spesso ospitato siti web collegati alle attività di spam, hanno portato ad uno dei più grandi denial of service (DoS) senza precedenti. La posta in ... Continua a leggere »

WhatsApp anche sui pc con un progetto Open Source

Nostalgia di WhatsApp quando si è al pc? Per chi non riesce a fare a meno dell’ormai diffusa applicazione per smartphone da oggi arriva una versione non ufficiale e installabile su computer Windows. Ovviamente firmata open source. Per poter usufruire di questa novità basterà avere già un profilo WhatsApp. Per il suo funzionamento, infatti, l’utente dovrà compilare le apposite stringhe ... Continua a leggere »

Il copyright su Flickr: i diritti d'autore sul social fotografico

Il mondo del web trae gran parte della sua linfa vitale dalle numerosissime foto che giornalmente vengono pubblicate dagli utenti della rete su community, forum e social network. Oltre al caso delle immagini su Facebook, c’è un altro social, interamente dedicato ai fotografi amatoriali e professionisti, che suscita molti dubbi sulla questione dei diritti d’autore. In tanti si chiedono come ... Continua a leggere »

Bitcoin, risparmio o rischio?

Bitcoin è una moneta virtuale, creata nel 2009 da un anonimo conosciuto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, che consente transazioni istantanee da pari a pari, pagamenti internazionali, nessuna o pochissime spese di transazione Bitcoin utilizza la tecnologia peer to peer per operare, tramite un software opensource, senza nessuna autorità centrale. L’elaborazione delle transazioni e la creazione di bitcoins è ... Continua a leggere »

Con PrimeSense interazioni “a la Kinect” ma open

Corre l’anno 2013 e siamo sempre più in simbiosi con gli apparati elettronici che ci circondano; smartphones, lettori musicali, tablets, navigatori GPS e via dicendo, abbiamo praticamente un qualcosa di elettronico per ogni sorta … ma c’è una tecnologia, in sviluppo da anni, che attende pazientemente di sfondare le porte e le finestre delle nostre abitazioni e dei nostri uffici; ... Continua a leggere »

Secondo uno studio europeo, la pirateria non influenza il mercato musicale

Contrariamente a ciò che le grandi etichette discografiche sostengono da tempo, sembra che la pirateria non influenzi il mercato della musica on line. Questo è stato dimostrato da diverse ricerche. Particolarmente interessante si rivela lo studio del l’Institute for Prospective Technological Studies del  Joint Research Center. Lo studio è stato commissionato dall’Unione Europea e il centro di ricerca è direttamente ... Continua a leggere »

Open source nella Pubblica Amministrazione. Parte una gara di 8 milioni di euro

Anche la Pubblica Amministrazione si armerà di open souce grazia a una gara a procedura aperta  indetta dal Consip. L’obiettivo è la stipula di un Accordo Quadro con diversi operatori economici al quale le pubbliche amministrazioni potranno rivolgersi per l’aggiudicazione di appalti che daranno vita a sistemi operativi server open source. Sono in ballo ben 8 milioni di euro che permetteranno ... Continua a leggere »

Google libera l'uso di suoi brevetti per progetti open source

Si chiama “Open Paten Non-Assertion (OPN) Pladge” ed è un progetto molto ampio e, soprattutto, in rilevante controtendenza con la situazione attuale dove regnano incontrastate numerose guerre legali sui brevetti. Ma Google ha deciso: darà via libera ad alcuni suoi brevetti per proporre e creare progetti open source. Il progetto, che significa “Impegno aperto per la non-persecuzione con brevetti”, si ... Continua a leggere »

Scroll To Top