Ti trovi qui: Home » Social Media Rights » Netizen 2013, premiato un blogger vietnamita
Netizen 2013, premiato un blogger vietnamita

Netizen 2013, premiato un blogger vietnamita

Il 12 marzo scorso nella sede di Google Francia a Parigi, Huynh Ngoc Chenh, attivissimo blogger vietnamita, ha ricevuto il premio “Netizen 2013”. Il premio, istituito da Google e Reporter Senza Frontiere, rende onore ogni anno a un internauta, un blogger o cyber-dissidente che si è distinto per la sua attività a favore della libertà sul web. Mentre negli anni passati la giuria che ha assegnato il premio era composta da membri di RSF e da blogger, quest’anno la decisione del vincitore è stata affidata al pubblico. Gli internauti di tutto il mondo hanno votato nel canale youtube di RSF.
Nonostante le ripetute minacce da parte delle autorità vietnamite, da anni Huynh Ngoc Chenh anima un blog che tratta le tematiche più scottanti del suo paese: democrazia, diritti umani, repressione dei manifestanti anticinesi contro le mire espansionistiche di Pechino nel Mar cinese meridionale.
Il blog attira circa 15.000 visitatori al giorno nonostante la difficile accessibilità per lettori vietnamiti che devono utilizzare dei programmi specifici per aggirare il sistema di censura del governo.
“Questo premio è soprattutto una ricompensa per tutti i blogger e i giornalisti indipendenti in Vietnam e rappresenta una speranza per tutti coloro i quali superano ogni giorno la censura e lottano a favore della libertà d’espressione (…) il Netizen Prize sarà sicuramente per me fonte di motivazione e di nuove ispirazioni”, così ha dichiarato Huynh Ngoc Chenh sul canale youtube di RSF. Il blogger non ha potuto partecipare alla cerimonia di premiazione poiché non autorizzato a uscire dal suo Paese.

Altro su Stefania Lo Sardo

Laureata in lingue con un Master in traduzione letteraria, titolare di un Master europeo in Mediazione Inter Mediterranea (Università Ca Foscari di Venezia, UAB Barcellona e Università di Meknés), Stefania Lo Sardo lavora tra la Francia e l'Italia. Specialista in cinema del Mediterraneo, ha collaborato a diversi progetti di Aflam, associazione marsigliese che lavora alla diffusione del cinema dei paesi arabi. Nel 2010 ha conseguito un Master 2 in Mondo arabo e musulmano presso l'Università di Provenza con una tesi sul cinema marocchino, collaborando nello stesso periodo con alcune riviste italiane (L’indice dei Libri del Mese, Cinemafrica) scrivendo articoli sul cinema internazionale. Dal 2011 è consulente del MuCEM (Museo delle civiltà dell’Europa e del Mediterraneo) di Marsiglia. Dal 2012 collabora con il Festival Internazionale del Documentario Sole Luna, un ponte tra le culture di Palermo.

Commenti chiusi.

Scroll To Top