Ti trovi qui: Home » Social Media Rights » Sunshine, Ict made in Italy e open source per il risparmio energetico
Sunshine, Ict made in Italy e open source per il risparmio energetico

Sunshine, Ict made in Italy e open source per il risparmio energetico

Promuovere il risparmio energetico dei cittadini, delle imprese e della pubblica amministrazione attraverso un innovativo progetto europeo che monitora i consumi, i dati meteorologici e geografici. È questo l’obiettivo di Sunshine che creerà un sistema open source accessibile via web e da tutti i dispositivi mobili e che fornirà a tutti gli attori coinvolti nella gestione dei consumi informazioni utili su come modificare, di volta in volta, il proprio comportamento per ottimizzare l’utilizzo dell’energia.

Le fasi del progetto

Il progetto ha una durata di tre anni e riunisce ben sedici partner tecnologici e dieci enti pilota provenienti da tutta Europa e che saranno impegnati nella sperimentazione di Sunshine.
Il primo anno di collaborazione sarà dedicato allo sviluppo e all’integrazione dei sistemi tecnici; nel corso del secondo anno si procederà alla verifica dell’efficienza delle soluzioni. Nel terzo e ultimo anno si passerà alla messa a punto e alla commercializzazione del sistema che sarà gratuito. Al momento, Sunshine è già entrato nella sua prima fase operativa.

I partner
L’iniziativa è coordinata a livello europeo dalla Fondazione Graphi Tech (centro di ricerca applicata operante nel settore della computer grafica). Sinergis Srl, invece, curerà lo sviluppo della piattaforma del sistema. In Italia saranno coinvolti anche altri soggetti, a cui si affiancheranno per la sperimentazione vari comuni come Ferrara, Bassano della Grappa, Rovereto e Trentino Network Srl. Quest’ultimo, insieme a Fondazione Graphi Tech, testerà le tecnologie sviluppate all’interno del nuovo centro residenziale “Le Albere” di Trento. 

Altro su Grazia La paglia

Giornalista pubblicista, si è laureata nel 2010 in Giornalismo per Uffici Stampa presso l'Università di Palermo e nel 2012 in Comunicazione Pubblica, d'Impresa e Pubblicità sempre presso lo stesso Ateneo. Si è formata collaborando con diverse testate tra cui La Repubblica - Palermo e I Quaderni de l'Ora. Ha ricoperto il ruolo di addetto stampa per diverse manifestazioni culturali tra cui il Festival Internazionale dei Documentari Sole Luna e per gli eventi dell'Associazione La Radice. Attualmente collabora con La Sicilia – Caltanissetta, giornalesicano.it, magaze.it ed è direttore del periodico culturale “La Radice” dal gennaio del 2013.

Commenti chiusi.

Scroll To Top